Riso rosso fermentato per quanto tempo assumerlo? È questa una delle domande più importanti per chi sta pensando di integrare la propria dieta con questo alimento.

Gli integratori a base di riso rosso fermentato sono largamente utilizzati per tenere sotto controllo il livello del colesterolo nel sangue.

Ma per quanto tempo vanno assunti? La risposta è dipende.

Innanzitutto è bene capire di cosa stiamo parlando.

I prodotti a base di riso rosso fermentato derivano dalla tradizione cinese. Il riso rosso è ottenuto attraverso la bollitura del riso bianco il quale viene fatto fermentare con muffe del genere Monascus, che fanno cambiare colore ai chicchi.

riso rosso per quanto tempo assumerlo

Oltre al cambio del colore, la fermentazione produce composti che hanno un effetto farmacologico come la Monacolina K. Questa molecola ha la proprietà di ridurre i livelli ematici del colesterolo. Essa è chimicamente affine alla lovastatina, un farmaco di sintesi della categoria delle statine, utilizzate per abbassare colesterolo e trigliceridi.

La fermentazione produce anche altre sostanze come fitosteroli, acidi grassi e isoflavoni, tutte molecole che concorrono a ridurre il colesterolo e quindi il rischio di le malattie cardiovascolari.

Leggi anche come abbassare il colesterolo LDL

Riso rosso fermentato: effetti collaterali

Pur non essendo riconosciuti come veri e propri farmaci, gli integratori a base di riso rosso fermentato possono dare origine a effetti collaterali. Motivo per cui è importante avere le corrette indicazioni dal proprio medico per quanto tempo assumerlo.

Uno degli effetti collaterali è che può provocare dolore e fastidio ai muscoli. Per ridurre gli effetti collaterali, alcuni dei migliori integratori sono arricchiti con Coenzima Q10, un potente antiossidante che può agire in sinergia con la monacolina in quanto in grado di migliorare la circolazione. Inibendo l’enzima HMG-CoA-redutassi, infatti, viene meno anche la sintesi di questo coenzima fondamentale per l’efficienza mitocondriale e quindi per i processi energetici, per la respirazione cellulare nonchè per la beta ossidazione lipidica e altre reazioni metaboliche indispensabili per il nostro organismo.

Per questa sua composizione, dunque, il riso rosso fermentato può; essere considerato un integratore alimentare purchè contenga un quantitativo di monacolina K fissato dal ministero che deve essere dichiarato in etichetta.

Riso rosso fermentato per quanto tempo assumerlo?

L’Efsa (l’Autorità europea per la sicurezza alimentare) ha autorizzato il claim secondo cui la monacolina K presente nel riso rosso fermentato contribuisce al mantenimento di livelli ematici di colesterolo nella norma. Tale claim può però essere utilizzato solo nel caso di prodotti che forniscono un apporto giornaliero di monacolina K da riso rosso fermentato pari a 10 mg.

Gli integratori base di lievito rosso, come per tutti gli integratori alimentari, vanno assunti seguendo le dosi riportate in etichetta per evitare problemi di sovra dosaggio.

La formula Agocap Pharma

Proprio per far fronte a questa esigenza, Agocap Pharma ha creato Colestaid un integratore alimentare italiano a base di Riso Rosso Fermentato (red yeast rice) e Monakolina K.

Colestaid riso rosso fermentato per quanto tempo assumerlo

Consigliata l’assunzione di una compressa al giorno; ogni compressa contiene 10 mg di Monakolina K, la dose consigliata per questo tipo di integratore, 20 mg di COENZIMA Q10, BERBERINA (Berberis Aristata) che contribuisce alla regolare funzionalità dell’apparato cardiovascolare e VITAMINE B6, B12 e ACIDO FOLICO, che contribuiscono al normale metabolismo dell’omocisteina.

Scopri questo e altri integratori su www.agocap.it

Nuovo su
Agocap?
Ricevi un CODICE SCONTO
del 10% sul primo ordine
VOGLIO LO SCONTO!
i tuoi dati saranno al sicuro!
close-link